Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Patenti di guida e autoveicoli

 

Patenti di guida e autoveicoli

AGGIORNAMENTO Covid-19: proroga dei termini delle patenti di guida italiane 

Per circolare nei Paesi membri dell’UE le patenti di guida rilasciate in Italia, con scadenza
- tra 1° febbraio 2020 e 31 maggio 2020 sono valide fino a 13 mesi dopo la scadenza normale
- tra 1° giugno 2020 e 31 agosto 2020 sono valide fino al 1° luglio 2021
- tra 1° settembre 2020 e 30 giugno 2021 sono valide fino 10 mesi dopo la scadenza normale

Per dettagli e per conoscere ulteriori proroghe consultare: https://www.mit.gov.it/comunicazione/news/patente-covid-19/patenti-le-disposizioni-per-lemergenza-coronavirus

 

PATENTI DI GUIDA

Cittadini italiani temporaneamente in Francia

I cittadini italiani che si trovano temporaneamente in Francia possono liberamente circolare sul territorio con un mezzo a motore  purché muniti di una patente di un Paese dell’Unione Europea. Ciò ai sensi della Direttiva № 2006/126/CE , che riconosce la validità in tutta l’Unione di una patente di guida rilasciata da uno Stato membro.

 

Cittadini italiani residenti in Francia

In conformità con la vigente normativa europea (Direttiva № 2006/126/CE del 20/12/2006) e le disposizioni nazionali in materia (Circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti № 30 del 21 maggio 1999),i cittadini italiani residenti all’estero in un Paese dell’Unione Europea devono rivolgersi– in vista del rinnovo della loro patente in scadenza o per la sostituzione di una patente persa, rubata o deteriorata – esclusivamente alle Autorità del Paese di residenza, che provvederanno alla conversione della stessa.

Invece, i cittadini italiani che, pur trascorrendo alcuni periodi all’estero, hanno mantenuto la propria residenza in Italia dovranno rivolgersi all’Ufficio della Motorizzazione Civile che in Italia ne aveva effettuato il rilascio (e non al Consolato).

Si ricorda inoltre che,in qualsiasi momento, i cittadini italiani residenti in Francia possono richiedere alle Autorità francesi:

- la conversione della loro patente in corso di validità (“échange du permis”, ovvero il ritiro della patente italiana ed il rilascio contestuale di una patente francese equivalente, Codice della Strada Art. R222-2);
- la registrazione (“enregistrement”, ovvero la consegna di un attestato di conformità alla patente francese equivalente, Codice della strada art. R222-1).

 Conversione della patente italiana in francese

Le procedure di conversione o di registrazione si svolgono esclusivamente online sul sito dell’ ANTS (Agence Nationale des Titres Sécurisés), ove, previa registrazione, è possibile presentare richiesta allegando tutti i documenti necessari.

Le pratiche di conversione delle patenti di guida provenienti da tutta la Francia, tranne Parigi, sono gestite da un’Autorità appositamente creata e non più dalle Prefetture locali.

I tempi di attesa, normalmente, variano dai 6 ai 10 mesi. Durante tale periodo, le Autorità italiane non possono fornire documenti sostitutivi di patenti scadute, perse, rubate o deteriorate.

Per informazioni sulle tempistiche, consultare la sezione Domande Frequenti del CERT di Nantes (“Centre d'Expertise et de Ressources des Titres”) all’apposita pagina.

Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti in caso di controllo stradale e per essere in regola con i termini dei contratti di assicurazione, si consiglia di richiedere il prima possibile tale conversione, trascorsi i previsti 6 mesi di residenza in Francia, anche se la patente non è in fase di scadenza.

Per informazioni generali sulle modalità di richiesta, sui documenti da allegare e sulle modalità di rilascio, consultare l’apposita pagina del sito istituzionale Service Public (in francese).

  

 

 

►Domande Frequenti

 

  • COME RICHIEDERE UN’ATTESTAZIONE DI VALIDITÀ DELLA PATENTE (“ATTESTATION DES DROITS À CONDUIRE”)?

 Nel caso in cui le Autorità francesi avessero dei dubbi sull’autenticità della patente di guida da convertire, sono esse stesse che dovranno farsi carico della verifica con le Autorità italiane che hanno emesso il documento (“Arrêté du 8 février 1999 fixant les conditions de reconnaissance et d’échange des permis de conduire délivrés par les Etats appartenant à l’Union européenne et à l’Espace économique européen”, art. 8).

Può però accadere che lo Stato estero chieda all’utente di fornire un attestato contenente i dati della propria patente di guida.

La competenza a rilasciarlo è esclusivamente della Motorizzazione Civile italiana, come stabilito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con apposita Circolare del 19/02/2015.

In caso di furto o smarrimento, il suddetto attestato,accompagnato dalla relativa denuncia di furto o smarrimento,consente di guidare in Francia per un periodo di massimo due mesi, sempre nei limiti della scadenza della patente stessa.

Il Consolato Generale non è abilitato al rilascio di attestati relativi alle patenti.

Modalità di richiesta

Consultare la seguente pagina: Portale dell’Automobilista per le modalità di richiesta, i documenti necessari, i pagamenti da effettuare e la ricerca degli Uffici della Motorizzazione Civile.

Si ricorda che la richiesta può essere presentata per posta ordinaria od elettronica a qualsiasi Ufficio della Motorizzazione Civile sul territorio nazionale perché tale certificato non è legato né al luogo di residenza, né all’UMC di rilascio della patente.

 

  • HO FATTO DOMANDA DI CONVERSIONE DELLA PATENTE ITALIANA IN FRANCESE, MA DOPO MESI NON HO ANCORA OTTENUTO RISPOSTA. COME FACCIO A GUIDARE?

 A partire da settembre 2017, le richieste di conversione di tutta la Francia, tranne Parigi, sono trattate a Nantes e non più dalle Prefetture locali. La domanda di conversione è una procedura complessa che necessita di una particolare attenzione. Per tale motivo, i tempi di elaborazione sono variabili in funzione del caso e della situazione del richiedente. In ogni caso, è possibile seguire lo stato di elaborazione della propria domanda sul profilo personale dell’ANTS.

In questi casi, il Consolato Generale non può essere d’aiuto nel rilascio di attestazioni sostitutive della patente scaduta. Consigliamo, per tale ragione, di effettuare la richiesta di conversione trascorsi i sei mesi di residenza in Francia.

Per ulteriori informazioni, si consiglia di consultare le“domande frequenti” sul sito dell’ANTS alla sezione “échange de permis de conduireétranger” o del CERT di Nantes.

Come ivi indicato, la Francia prevede la gratuitàdella conversione della patente. Tuttavia, se i tempi di attesa vi sembrano lunghi e/o avete necessità urgente di guidare,avete la possibilità di sottoporviad un esame di guida facilitato in Francia.

Per informazioni più dettagliate, consultare l’apposita pagina del sito dell’ANTS e quella del Service Public.

 

  • MI SONO TRASFERITO IN FRANCIA: SONO OBBLIGATO A FARE LA CONVERSIONE DELLA PATENTE ITALIANA IN FRANCESE?

In quanto titolari di una patente di guida italiana, dunque europea,non si è obbligati a richiederne la conversione.

La conversione è obbligatoria, però, nei seguenti casi:

-      smarrimento, furto e deterioramento della patente;

-      rinnovo della patente scaduta;

-      richiesta di una nuova categoria (riclassificazione);

-      infrazione del codice della strada comprovante la perdita di punti, la restrizione, la sospensione o l’annullamento della patente.

 

ATTENZIONE - Considerati i tempi di attesa (di norma, dai 6 ai 10 mesi), nonché al fine di evitare spiacevoli inconvenienti in caso di controllo stradalee per essere in regola con i termini dei contratti di assicurazione, si consiglia di richiedere la conversione della patente il prima possibile (trascorsi i 6 mesi di residenza in Francia), anche se essa non è in scadenza.

 

  • CHE FARE IN CASO DI SMARRIMENTO O FURTO DELLA PATENTE ITALIANA?

 

Persona in viaggio in Francia, ma residente in Italia

-      presentare entro 48 ore denuncia all’Autorità di Polizia locale più vicina

-      compilarel’apposito formulario di denuncia furto/smarrimento

-      una volta rientrati in Italia, presentare con urgenza denuncia agli Organi di Polizia localial fine di richiedere un duplicato del documento.Per informazioni dettagliate sulla procedura da seguire in Italia,visitare l’apposita pagina del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

ATTENZIONE -Di norma, in Francia, le Autorità di Polizianon accettano la denuncia di smarrimento di documenti stranieri (non possono invece esimersi dal ricevere la denuncia di furto). In tal caso, compilare solo il formulario di smarrimento del titolo di guida.

 
Persona residente in Francia

In caso di smarrimento, richiedere la conversione della patente sul sito dell’ANTS presentando al posto della patente smarrita:

-      un’autodichiarazione di smarrimento in lingua francese datata e firmata. Essa dovrà riportareil numero della patente, l’Autorità e la data di rilascio, le circostanze (con data e luogo) dello smarrimento.

 In caso di furto, presentare entro 48 ore denuncia presso un Commissariato di Polizia locale. Solamente dopo, sarà possibilerichiedere la conversione della patente sul sito dell’ANTS presentando al posto della patente rubata la denuncia di furto rilasciata dal Commissariato. 

ATTENZIONE -È possibile richiedere un’attestazione di validità della patente che, accompagnata dalla denuncia di furto/smarrimento, consente di guidare in Francia per un periodo di massimo 2 mesi, sempre nei limiti della scadenza del documento originale. Per informazioni su come richiedere questo attestato, cliccare qui: Portale dell’Automobilista.

 

Per informazioni più dettagliate su smarrimento/furto della patente,consultare il seguente sito (informativa in francese).

 


124